Gli argonauti sono infiltrati in ogni settore. Geometri, Avvocati, Manager, ma anche giovani divergenti, madri lavoratrici, artisti della percezione e artigiani della terra.

Se è vero che in questo momento Argo ha principalmente bisogno di farsi conoscere e coinvolgere il pubblico, dunque sono i grafici, gli sviluppatori ed i social-manager a tirare le fila, è assolutamente vero e certo che in itinere saranno gli ingegneri ed i tecnici a mettersi sotto, perché infine sia la terra a parlare ed a richiedere attenzione e arte.

 

Noi argonauti siamo coloro che lavorano nel progetto, iniettando la nostra energia affinché prenda vita e possa procedere all’interno di un circolo virtuoso.

 

Le nostre capacità sono messe in azione da una motivazione differente dal denaro, e mira ad una parimenti diversa gratificazione.

Non sappiamo chi di noi diverrà parte del team operativo dopo la ICO, ma certamente lo scopriremo per strada.

 

Per ora, la nostra retribuzione d’onore è una piccola quota di Gaian, che riceviamo per le nostre attività probono: i Golden Seeds

Usiamo nomi di battaglia durante le interazioni, che principalmente avvengono online anche mediante agile/scrum working.

 

Esempio:

  • argoname: Abbondio
  • microtask: parafrasi di un articolo Argo-blog
  • retribuzione: 5 Gseed

Non è difficile ritrovarsi argonauta; sul portale, anche poche interazioni fanno guadagnare dei Gseeds. E non è neppure difficile passare ad una modalità più operativa, e toccare la prima linea: sono tante le cose da fare, e nessuna buona volontà andrà sprecata!

Un buon lavoro è la sommatoria delle buone volontà.

 

Inutile dire che gli argonauti sono la mente di Argolands. Della mente possiedono anche le fissazioni e la caparbietà.

In fondo, come si dice, “mentre stai parlando non è il momento di ascoltare”, e viceversa.

 

Questo testo che stai leggendo ad esempio è stato scritto da me, Erode, argonauta.

Vuoi capire se fa per te?
Richiedi un contatto per approfondire

Argolands